GUIDA AL FUMETTO   TESTATE   NOI DONNE

Noi Donne
NOI DONNE

  • Dati
  • Note

Anno di prima pubblicazione: 1944
n. 1 01.07.1944 n. X (XXXX) 00.00.2016

Codice Editore: UDI
Casa Editrice: UDI - Unione Donne Italiane > Cooperativa Libera Stampa soc. coop
Napoli > Roma > Via Della Lungara 19 - Roma
Direttore Responsabile: Laura Bracco > Vittoria Giunti > Giuliana Dal Pozzo > Miriam Mafai > Tiziana Bartolini
Autorizzazione tribunale: n.i.

Stampatore: Novissima
Distributore: n.i.

Periodicità: Mensile > Quindicinale > Settimanale > Mensile
Foliazione: 12 pgg. autocop. > vari
Formato: 28,5 x 37 pm > 4 + 4
Colore: Bianco e nero > vari > Misto
Prezzo: Lire 25 > varie

Rivista fondata a Napoli nel luglio 1944 sulla scorta di numerose edizioni clandestine, si trasferisce a Roma già dal n. 3. Sino al 1990 è stata l'organo dell'Unione Donne in Italia. Nel corso delle pubblicazioni dedica alcune pagine ai fumetti. Nel 1948 pubblica "Una donna si rivela" (romanzo di Grazia Gini disegnato da Vittorio Cossio) e "Invisibile catena" (romanzo di Nella Gioi realizzato da Renato Polese). Negli anni 1964/65 ospita l’allegato L’ALBUM DEI PICCOLI, che presenta le avventure di “Chiodino automobilista”, il personaggio di Marcello Argilli (Marcello) e Vinicio Berti (Ber), già pubblicato sulle pagine del PIONIERE. Sui nn. 22 e 23 (1966) copertine e servizi sui fumetti a cura di Enzo Rava.

Dal n. 10 (11 marzo 1967) ospita l’inserto PIONIERE. Inizialmente l'inserto presenta testata e numerazione proprie sino al n. 19 del 15 luglio 1967, poi prosegue privo di testata e numerazione, aprendosi con una tavola di ATOMINO, sino al 42° inserto apparso nel n. 51 di NOI DONNE del 31 dicembre 1967. Nel 1968 riprende la testata che diventa PIONIERE - Le pagine di Noi Donne per i più piccoli, e a partire dal terzo inserto compare una numerazione propria che prosegue sino al n. 42 del 26 ottobre 1968. Dal n. successivo del 2 novembre 1968 si riduce a un'unica pagina portando a termine l'avventura "Atomino e Gelsomino" nel n. 10/11 di NOI DONNE del 14 marzo 1970. Escono altre 50 pagine nel 1969 e 10 pagine nel 1970. Dal 21 marzo 1970 prosegue sino al n. 8 del 24 febbraio 1974 come pagina del giornale ma perde la testata PIONIERE e diventa LA PAGINA DEI BAMBINI, in bianco e nero o a colori a seconda di dove veniva posizionata la pagina.

Creazione scheda: Gianni Bono, 25/04/2015
Ultima modifica: aumaldo, 09/09/2018