GUIDA AL FUMETTO   TESTATE   GIORNALE DEI FANCIULLI

GIORNALE DEI FANCIULLI

  • Dati
  • Note

Anno di prima pubblicazione: 1834

Codice Editore: CDC

Con questa testata e simili troviamo:
GIORNALE DEI FANCIULLI esce a Firenze nel 1834. Edito da P. Veroli & Soci e diretto da Pietro Thouar con la collaborazione di Giuseppe Beyer, si può considerare il primo tentativo di giornale per ragazzi (cm 14 x 22,5). Soppresso dalle autorità dopo breve tempo a causa delle idee democratiche degli autori, il foglio presenta raccontini, poesie e bozzetti.
IL GIORNALE DEI FANCIULLI pubblicato a Lucca nel 1834 dalla Tipografia Rocchi, ufficialmente è la traduzione di un analogo periodico francese, ma molto probabilmente si tratta di uno stratagemma adottato dall’autrice Amalia Paladini (che si firma la traduttrice), per educare le coscienze degli adulti del futuro.
IL GIORNALE DEI FANCIULLI settimanale edito a Piacenza a partire dal 1835 al quale collaborano Giuseppe Taverna, A. Bertola, G. Buttafuoco, Achille Mauri e P. Segneri. Anche in questo caso il periodico è animato da un forte fermento politico all’insegna della volontà di forgiare il carattere dei giovani lettori.
GIORNALE DEI FANCIULLI esce a Milano dal 1875 al 1881.
LA PERGOLA [dal n. 1 dell'1 luglio 1879] > LA PERGOLA GIORNALE DEI FANCIULLI [dal n. 1 del gennaio 1881] > GIORNALE DEI FANCIULLI [dal n. 1 del gennaio 1884 fino ad almeno il n. 52 del dicembre 1901], settimanale pubblicato a Milano dai Fratelli Treves, già editori di periodici popolari di viaggi, geografia e costumi. Direttori responsabili Cordelia e A. Tedeschi. Numerazione annuale non progressiva (24 pgg. autocop. - cm 17,5 x 24,5 pm - Bianco e nero - Cent. 25). Presenta favole, giochi e novelle illustrati da pregevoli autori quali Mosè Bianchi, Eduardo Ximenes, Gaetano Previati, Eduardo e Fortunino Matania e altri. Intorno alla fine degli anni Ottanta dà più spazio alla tematica avventurosa pubblicando, tra l’altro, alcuni romanzi a puntate di Emilio Salgari.
IL GIORNALE DEI FANCIULLI “quindicinale illustrato” edito a Torino nel 1931, direttore responsabile Mario Granata (12 pgg. autocop. - cm 20 x 28,5 pm - Misto - Cent. 20). Sulle pagine di questo periodico esordisce PORCELLINO, primo esempio di animale umanizzato di Sebastiano Craveri.

Creazione scheda: Gianni Bono, 25/04/2015
Ultima modifica: Tiziano Agnelli, 08/11/2017