Alita / Gunnm Rusty Angel Giappone, 1991

Yukito Kishiro, autore unico

Nella Terra del futuro uomini e cyborg conducono la propria vita all'ombra di Salem, città volante destinata solo ai più fortunati. Sul pianeta, infatti, ridotto a megalopoli disumane e gigantesche discariche a cielo aperto, la sopravvivenza è difficilissima. È proprio in una discarica che l'inventore Ido Daisuke trova la testa, ancora funzionante, di un cyborg dalle fattezze femminili. A quel capo di ragazzina, priva di memoria, Daisuke connette un corpo meccanico donandole una nuova esistenza. Ribattezzata Alita, la giovane è ora pronta a divenire dapprima una cacciatrice di taglie alla ricerca di cyborg malviventi, poi una campionessa di Motor-Ball, violentissimo sport su pattini. Il manga Alita, però, non è solo azione mozzafiato e fantascienza pessimista, ma anche una complessa storia di sentimenti e di esseri umani, magari racchiusi in corpi metallici, che non si rassegnano a una vita fatta di disperazione. Tra uno scontro e l’altro, Alita sostiene il confronto più difficile, quello con se stessa, per comprendere quanto di umano e quanto di meccanico ci siano in lei. Nel 2001 Yukito Kishiro riprende in mano il fumetto, aggiunge nuovi capitoli, ne cambia il finale e da quel punto fa partire la nuova serie dal titolo Last Order. Alita è pubblicata in Italia dapprima sulla testata contenitore ZERO della Granata Press (1991), poi in volumetti da Panini Comics (dal 1997).

Davide Castellazzi
Creazione scheda: GC, 21/09/2015
Ultima modifica: GC, 21/09/2015