GUIDA AL FUMETTO   TESTATE   BUR (0) BUR

BUR (0) BUR

  • Dati
  • Note

Anno di prima pubblicazione: 1949

Codice Editore: CRZ

La BUR, Biblioteca Universale Rizzoli, esordisce nel maggio 1949 per iniziativa di Luigi Rusca e Paolo Lecaldano. Scopo della collana è quello di offrire al grande pubblico i classici di tutte le letterature in edizione integrale, accompagnata da note e da una breve introduzione, e soprattutto a un prezzo decisamente accessibile. I volumetti grigi, contraddistinti da una grafica sobria ma elegante, riportano un numero arabo ogni cento pagine. Il primo numero pubblicato quindi, “I promessi sposi” di Alessandro Manzoni, che ha 608 pagine, è numerato 1/6. Il piano editoriale prevede la pubblicazione di mille pagine al mese, cioè dieci numeri. La collana registra fin dall’inizio un successo straordinario che si protrae per tutti gli anni Cinquanta. Dopo una crisi delle vendite che si manifesta a partire dalla fine del decennio successivo, la BUR viene chiusa nel 1972. La prima serie della collana si compone di 2.484 numeri suddivisi in 910 volumi e 800 titoli. Seguono un paio di anni di riflessione e la ripresa delle pubblicazioni nell’aprile 1974, per iniziativa di Mario Spagnol e la direzione di Evaldo Violo, che rilanciano la collana rinnovandone veste editoriale e contenuti. Accanto ai classici, presentati con testo originale a fronte, ampie introduzione dell’autore e commenti più corposi, vengono introdotte la narrativa contemporanea, la saggistica e la manualistica. Lanciando opere inedite in edizione economica, la collana offre a nuovi autori la possibilità di farsi conoscere presso un vasto pubblico. La nuova BUR si articola in diverse sezioni, identificate da un simbolo sul dorso o, dal 1981, da un colore, alcune delle quali pubblicano opere a fumetti.

Creazione scheda: Gianni Bono, 25/04/2015