GUIDA AL FUMETTO   PERSONE   Secchi Luciano

Luciano Secchi - Max Bunker Italia

editore, sceneggiatore

24 Agosto 1939 - Milano, Italia

Compiuti gli studi regolari a Milano, dove è nato il 24 agosto 1939, Luciano Secchi si trasferisce a Parigi e si iscrive alla Sorbona; qui può approfondire le sue materie preferite dall’adolescenza, come la letteratura e la storia, soprattutto l’amato periodo della Rivoluzione Francese. Tornato in Italia, esordisce nel mondo editoriale alla fine degli anni Cinquanta scrivendo romanzi gialli. Nel 1960 inizia a collaborare con l’Editoriale Corno di cui diventa in breve tempo un vero e proprio factotum. Suo primo impegno nella casa editrice del cognato Andrea Corno è la cura dell’edizione di FLASH GORDON. Due anni dopo esordisce come sceneggiatore, scrivendo i testi del western MASCHERA NERA, disegnato da Paolo Piffarerio, e del fantascientifico ATOMIK, realizzato graficamente dapprima dallo stesso Piffarerio e in seguito da Raffaele Cormio. Nel corso dello stesso anno dà vita a CAPITAN AUDAX, disegnato da Sergio Montipò e Birago Balzano, omaggio ad AUDAX (King of the Royal Mounted), personaggio nato dalla fantasia di Zane Grey e Allen Dean.

Nel 1964 riesce a creare ben sette personaggi, due dei quali destinati a diventare dei grandi classici. Si tratta di PRIMULA VERDE, disegnato da Saverio Micheloni, KIN DELLA GIUNGLA (Arnaldo Rosin), RIO DANGER, MORGAN, MAX REPORTER, KRIMINAL e SATANIK. Sono questi ultimi due character, nati dall’incontro con il disegnatore Roberto Raviola (Magnus), che riscuotono un successo senza pari e riescono persino a insidiare il primato di DIABOLIK, capostipite del fumetto "nero”.
Negli anni successivi, Luciano Secchi scrive serie di diverso genere, dallo spionistico DENNIS COBB (1965) ai western EL GRINGO (1965) e RIO RIVER (1968), dal fanta-erotico GESEBEL (1966) allo storico MILORD (1968).

Nel 1967 fonda il comics-magazine EUREKA, nato sulla falsariga della rivista contenitore LINUS, che presenta fumetti di produzione estera e italiana. Tra questi molti sono scritti da Secchi: MAXMAGNUS (1968), fumetto grottesco ambientato in un Medioevo fantastico, VIRUS PSIK (1970) e FOUCHÉ (1973), quest’ultimo pregevole ricostruzione dei convulsi anni della Rivoluzione Francese.

Nel 1969 Luciano Secchi dà vita ad ALAN FORD, serie umoristica dai forti toni grotteschi, disegnata negli anni dapprima da Roberto Raviola (Magnus) e in seguito da Paolo Piffarerio, Dario Perucca e con minor frequenza da Marco Colnaghi (Warco), Omar Pistolato, Giuliano Piccininno, Raffaele Della Monica e altri ancora.

Nel 1970, intuisce le potenzialità dei supereroi americani editi da Marvel. La pubblicazione del primo numero della testata L’UOMO RAGNO, infatti, segna l’inizio di una stagione supereroistica tuttora aperta. Dopo lo scioglimento del connubio artistico con Roberto Raviola, avvenuto nel 1974, Luciano Secchi continua a sfornare nuovi personaggi. Del 1974 è il poliziesco DANIEL, illustrato da Franco Verola. Nel 1979 è la volta di CLIFF, una serie d’azione realizzata graficamente da Verola e Leonardo Gagliano, e di MAXMAGNUS, remake dell’omonima serie realizzata da Secchi nel 1968. I disegni questa volta sono firmati da Leone Cimpellin. Nel 1981, sulle pagine di ADAMO, settimanale popolare di musica e fumetti, crea, per i disegni di Claudio Petrucci, XIBOR, i cui caratteri somatici riprendono quelli del cantante David Bowie. Sempre nel 1981 pubblica PINOCCHIO SUPER-ROBOT, una rivisitazione fantascientifica delle avventure del celebre burattino per i disegni di Giampaolo Chies.

Nel 1983, sciolti i legami lavorativi con Andrea Corno, Luciano Secchi fonda una propria casa editrice, la Max Bunker Press che, oltre a proseguire la pubblicazione di ALAN FORD, ristampa vecchi successi e presenta nuove serie scritte dall’autore: ANGEL DARK (1990), KERRY KROSS (1994), BEVERLY KERR (2000) e PADRE KIMBERLY (2001).

In veste di editore, tra le altre cose, dà vita nel 1988 a una nuova serie di EUREKA, nella quale compare a sua firma una storia particolarmente sentita dall'autore, MORTE DI ROBESPIERRE, illustrata da Beppe Madaudo. Secchi inoltre pubblica, nel 1990, BHANG, rivista di fumetti stupefacenti e SUPERCOMICS testata contenitore di graphic novel soprattutto Marvel.

Nel 2008 crea il graphic novel PEPPER RUSSEL che contiene anche l'interessante personaggio di MEGAN COSTNER protagonista a sua volta di ulteriori graphic novel.

Come romanziere e giallista il suo personaggio più importante è l'investigatore Riccardo Finzi, coinvolto in casi piuttosto particolari. In totale Secchi ha firmato 16 romanzi con il detective milanese.

Nel 2013, Secchi ha idealmente passato il timone alla figlia Raffaella, che ha varato la casa editrice 1000 volte meglio - Publishing di cui Secchi è consulente editoriale e nella quale continuano ad apparire le nuove avventure di ALAN FORD.




Fonti Bibliografiche
Gianni Brunoro, Enciclopedia Mondiale del Fumetto, 1978, Editoriale Corno, Milano.


Secchi_ritratto_Origa
Dida: Luciano Secchi in un ritratto di Origa.

Secchi_foto
Dida: Luciano Secchi in una fotografia da giovane.

Satanik n°1
Dida: Satanik n. 1 (1964).

satanik (pinup)
Dida: L’affascinante eroina nera Satanik.
Creazione scheda: zak, 15/09/2015
Ultima modifica: zak, 16/09/2015