GUIDA AL FUMETTO   PERSONE   Murry Paul

Paul Murry USA

animatore, disegnatore

25 Novembre 1911 , Missouri, USA

4 Agosto 1989 - Palmdale, California, USA

A volte, tra un artista e un personaggio disneyano si crea un magico, duraturo feeling. È accaduto a Paul Murry, che ha “pennellato” TOPOLINO per oltre trent’anni.
Se Floyd Gottfredson resta l’autore principe delle classiche storie di TOPOLINO serializzate sui quotidiani USA, è Paul Murry il disegnatore il cui stile meglio identifica il Mickey Mouse degli albi fumettati. Pensato per una fascia di lettori dai 6 ai 16 anni, il TOPOLINO di Murry è stato, a livello mondiale, assai più diffuso e conosciuto rispetto al Mickey di Gottfredson. È questo uno dei motivi per cui molti disegnatori del Topo disneyano, soprattutto in Europa, hanno a lungo imitato lo stile grafico di Murry, rassicurante nel suo intrinseco umorismo, dettagliato ma sempre misurato, e ricco di quelle geniali caratterizzazioni che fanno grande un autore di fumetti. Caratteristica delle storie di Murry è la grande capacità di recitazione dei personaggi e l’attenzione quasi maniacale per le ambientazioni, curate e realistiche, ma sempre perfettamente in linea con lo stile umoristico proprio dei fumetti disneyani.
Murry nasce nel 1911 in una fattoria presso una cittadina del Missouri, e fino all’età di ventisei anni fa il contadino, ma ha talento per il disegno. Nel 1937 vince il primo premio in un concorso e viene assunto come illustratore pubblicitario presso una tipografia. L’anno seguente, Murry legge sul giornale che Walt Disney è in cerca di giovani animatori, così si trasferisce in California e in giugno viene assunto allo Studio Disney. Si fa le ossa assistendo il grande Fred Moore nell’animazione dei lungometraggi “Pinocchio” e “Fantasia” (entrambi del 1940), poi diventa lui stesso animatore a pieno titolo collaborando, tra l’altro, a “Dumbo” (1941), “Saludos Amigos” (1943) e “I racconti dello Zio Tom” (1946). Parallelamente al lavoro nel reparto animazione, nel 1943 Murry inizia a disegnare le tavole settimanali a fumetti incentrate sul pappagallo brasiliano JOSÉ CARIOCA. Nel 1945 decide di lasciare l’animazione, ma resta per un anno ancora allo Studio per tratteggiare le tavole dedicate all’esuberante gallo messicano PANCHITO e al furbo FRATEL CONIGLIETTO.
Nel maggio 1946, Murry se ne torna in fattoria nel Missouri, ma continua a disegnare (ora ripassando a china le proprie matite) i personaggi disneyani per gli albi prodotti dalla Western Publishing. Si occupa di nuovo di FRATEL CONIGLIETTO, poi realizza alcune storie di LUPETTO. Stabilitosi definitivamente in California nel 1949, Murry alterna il lavoro sui fumetti Disney a quello di vignettista per riviste satiriche. Nel 1950 realizza le prime storie con PAPERINO e TOPOLINO e nei trent’anni successivi il suo tratto si lega soprattutto alle avventure di TOPOLINO pubblicate a puntate sul mensile “Walt Disney’s Comics and Stories”. Si tratta di storie nelle quali avventura e umorismo si fondono in una piacevolissima miscela, con TOPOLINO e PIPPO inviati dal COMMISSARIO BASETTONI a svolgere pericolose missioni in varie parti del globo, spesso alle prese con l’arci-nemico GAMBADILEGNO. Nel 1964 Murry ripropone MACCHIA NERA (The Phantom Blot), fantomatico criminale creato da Floyd Gottfredson nel 1939, disegnando poi una breve collana a lui intitolata. Nel 1965, su idea dello sceneggiatore e direttore editoriale Del Connell, Murry crea graficamente SUPER PIPPO (Super Goof), alter-ego supereroistico della “spalla” di TOPOLINO, e realizza i primi numeri dell’albo a lui dedicato. Nel 1982 Murry disegna la sua ultima storia disneyana (che sarà pubblicata soltanto due anni dopo), poi si dedica, per sua stessa ammissione, “alla musica, alla storia naturale, alle coltivazioni e talvolta, più semplicemente, a non fare un bel niente” nella sua casa di Palmdale, dove muore nell’agosto 1989.
Articolo di Alberto Becattini tratto dalla collana TOPOLINO STORY (RCS, 2005).
Creazione scheda: Dea Brusorio, 23/10/2015
Ultima modifica: Dea Brusorio, 04/11/2015