TEMPO

  • Dati
  • Note

Anno di prima pubblicazione: 1939
n. 1 (1) 00.06.1939 n. 3/4 (XXXX) 30.01.1977

Codice Editore: AMO > PAL
Casa Editrice: A.P.I. > Aldo Palazzi Editore
Milano
Direttore Responsabile: Alberto Mondadori > vari > Nicola Cattedra
Autorizzazione tribunale: n.i. > MI 260, 23.07.48

Foliazione: 80 > varie > 72 pgg. + cop.
Formato: 27,8 x 36,4 pm > vari
Colore: Misto
Prezzo: Lire 2 > vari > 200

Rotocalco settimanale illustrato, pubblicato tra il giugno 1939 e il settembre 1943 e poi dal 1946 fino agli anni Settanta, a Milano dalla A.P.I. > Aldo Palazzi Editore. Nello spirito ricalca le grandi riviste americane di divulgazione e si dota di una struttura a sezioni che si avvale della collaborazione di personalità scientifiche, artistiche e culturali di primo piano. Risulta particolarmene diffuso durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, quando appare il sottotitolo “Edizione Italiana” e ha numerazione progressiva. Un tratto particolarmente riconoscibile è l’uso via via più frequente del colore e lo spazio concesso a servizi di “vita moderna”, sempre sul modello di testate estere come «Life», «Look» o «Paris-Match». Illustrazioni di Giorgio De Chirico. Con il volgere al termine del 1945 Arnoldo Mondadori cede la testata a un gruppo di socialisti milanesi. Quindi, il 17 gennaio 1946 il giornale riprende le pubblicazioni per merito di Aldo Palazzi, editore milanese emergente, che pubblica anche i rotocalchi «Visto», «Successo», «Marie Claire» e «Bellezza». Il TEMPO di Palazzi si pone come continuatore della tradizione del giornale mondadoriano anteguerra e vi si ritrovano molti dei suoi collaboratori: Massimo Bontempelli, Raffaele Carrieri, Augusto Guerriero, Curzio Malaparte, Indro Montanelli, Lamberti Sorrentino. Permane anche il carattere antologico a comparti “non comunicanti”, dove ogni autore si esprime liberamente, senza che vi sia una linea editoriale uniforme, soprattutto dal punto di vista politico; il lettore ne ricava, pertanto, un’impressione di forum di dibattito aperto. La pubblicazione cessa definitivamente nel corso degli anni Settanta. In quest’ultimo periodo presenta strisce di WIZ IL MAGO (Parker e Hart), MAFALDA (Quino), GIRIGHIZ (Enzo Lunari), OSCAR IL CONQUISTATORE (Jean Léo), B. C. (Johnny Hart). Rif. nn. 53 (1940)/8 (1972).
Per ciò che concerne la numerazione delle annualità, la testata TEMPO prosegue quella della precedente testata IL GIORNALE DELLE MERAVIGLIE (A.P.I. 1937), partendo nel 1939 con l'indicazione Anno III.

Creazione scheda: Gianni Bono, 25/04/2015
Ultima modifica: aumaldo, 15/04/2020