GUIDA AL FUMETTO   PERSONE   Tarquinio Sergio

Sergio Tarquinio Italia

disegnatore

13 Ottobre 1925 - Cremona, Italia

Pittore e decoratore per formazione, Sergio Tarquinio debutta nel mondo del fumetto nel 1946, disegnando la serie western LUNA D'ARGENTO, scritta da Cesare Solini e pubblicata dall’Editoriale Dea. Firma quindi insieme a Rinaldo D’Ami la serie avventurosa BLEK E GIONNI, della casa editrice Mediolanum nel 1948, anno in cui emigra in Argentina dove realizzerà molti fumetti per la rivista "Misterix" (edita da Cesare Civita), fra cui la serie Alan Blood, lavorando nel gruppo di Hugo Pratt, Mario Faustinelli, Alberto Ongaro e Ivo Pavone.

Tornato in Italia nel 1952, continua a collaborare con editori stranieri, tra cui l’inglese Fleetway, e riprende i contatti con la Dardo per cui firma la serie MARUSSA, pubblicata sul settimanale ARDITO. Si occupa inoltre di numerose riduzioni a fumetti di classici della letteratura quali "Le mille e una notte" ed "Ettore Fieramosca", e inizia a pubblicare storie libere a fumetti su IL VITTORIOSO, settimanale cattolico edito dalla A.V.E. (Anonima Veritas Editrice). Ancora per la Dardo, disegna nel 1954 RAY FOX e nel 1955 CONDOR GEK. Dal 1957 inizia a collaborare con le Edizioni Araldo di Tea Bonelli, disegnando la serie western GIUBBA ROSSA su testi di Gian Luigi Bonelli, e IL GIUDICE BEAN, scritto dal figlio Sergio (Guido Nolitta).

Dopo una parentesi in cui lavora per il CORRIRERE DEI PICCOLI e con la Mondadori (sue alcune storie di SUPERMAN e BATMAN), torna a collaborare con la casa editrice Araldo dove entra a fare parte dello staff di disegnatori della monumentale STORIA DEL WEST, lunga saga che ripercorre i momenti salienti della storia degli Stati Uniti scritta da Gino D’Antonio e apparsa nella COLLANA RODEO. Per la stessa collana Tarquinio disegna anche le serie western IL RIBELLE e RICK MASTER. Conclusa la saga della famiglia MacDonald, protagonista di STORIA DEL WEST, nel 1981 entra a far parte dello staff di KEN PARKER, western realistico e minuziosamente ricostruito, ideato dalla coppia Giancarlo Berardi e Ivo Milazzo. A partire dagli anni Ottanta firma anche illustrazioni per il settimanale cattolico IL GIORNALINO, pubblicando, su testi di Manlio Bonati, le serie western FRA DUE BANDIERE (1985) e NUOVE FRONTIERE (1990). Negli ultimi anni abbandona il fumetto per dedicarsi esclusivamente alla pittura.

Fonti bibliografiche
Brunoro Gianni, Enciclopedia Mondiale del Fumetto, 1978, Editoriale Corno, Milano.
Creazione scheda: zak, 10/09/2015
Ultima modifica: GC, 06/07/2016