GUIDA AL FUMETTO   PERSONE   Morisi Paolo

Paolo Morisi - William Wyeth Italia

19 Luglio 1948 - San Giovanni in Persiceto, BO

31 Luglio 2016 - Savignano sul Panaro, MO

Paolo Morisi è nato a San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna, il 19 luglio 1948. Fin da bambino si appassiona al fumetto western (IL GRANDE BLEK e PECOS BILL e a quello fantascientifico (DAN DARE e FLASH GORDON). Dopo l’Istituto d’Arte e l’Accademia di Belle Arti, alla fine degli anni Sessanta diventa assistente di Magnus.
Esordisce in proprio nel 1969 quando realizza “La diligenza per Wichita”, storia western per IL PALADINO DEI RAGAZZI, edito dalle Edizioni Panini. Lavora poi per le Éditions Lug di Marcel Navarro e Auguste Vistel, per le quali illustra alcuni episodi della serie supereroistica OMICRON. Nel 1973 partecipa alla rivista PONY EXPRESS con il fumetto “Gloria al padre”, su testi di Roberto Celano. Nello stesso anno incomincia una lunga collaborazione con le case editrici di Renzo Barbieri per cui disegna THEO CALÌ, FRANKENSTEIN, RASPUTIN e alcuni altri tascabili, parte dei quali in tandem con Giovanni Romanini.
Nel biennio 1975/1977, con lo pseudonimo di William Wyeth, realizza per CORRIER BOY le serie fantascientifiche ARCHIVIO ZERO, sceneggiata da Tiziano Sclavi, e ULTIMA ODISSEA, su testi di Raffaele D’Argenzio e Christian Zentilini. Nel 1980 pubblica "Confinati nello spazio", volume a fumetti di genere fantascientifico sceneggiato da Carlo Zanfrognini e pubblicato dalla Editiemme di Milano.
Negli anni successivi collabora con la rivista francese METAL HURLANT e la statunitense SON OF HEAVY METAL. In seguito abbandona i fumetti e si dedica alla grafica pubblicitaria e all’illustrazione.
Dall’ottobre 2004 al dicembre 2011 è nello staff de IL COMANDANTE MARK riproposto da Edizioni If, per il quale illustra cinquanta episodi in prosa. Alla conclusione della serie, realizza una copertina e quattro racconti illustrati di FALCO BIANCO.
Parallelamente alla collaborazione con Edizioni if, Paolo Morisi intraprende l’attività di pittore. Tra le sue opere più rappresentative c’è una pala d’altare in stile rinascimentale conservata nel castello di Savignano sul Panaro, in provincia di Modena.

Gabriele Ferrero
Creazione scheda: GC, 17/11/2016
Ultima modifica: GC, 21/11/2016