GUIDA AL FUMETTO   PERSONE   Michelini Fabio

Fabio Michelini Italia

sceneggiatore

20 Giugno 1961 - Napoli, Italia

Molti lettori di fumetti ambiscono a diventare autori… ma per pochi, pochissimi questo sogno si traduce in realtà. Fabio Michelini è uno di coloro che hanno varcato quella soglia, diventando sceneggiatore degli eroi della sua infanzia. Nato a Napoli il 20 giugno 1961, fin da bambino non è solo un appassionato di Topolino; è, infatti, anche un infaticabile collezionista di tutto ciò che è Disney!
Racconta lui stesso: «Quando ero piccolo, inutile dirlo, adoravo leggere "Topolino"! I nonni mi avevano regalato un abbonamento e spesso mi arrivava addirittura in anticipo rispetto all’uscita in edicola! Se però tardava anche di un solo giorno, pur essendo di solito un bambino tranquillo, facevo un “capriccio crescente”, finché papà non me lo comprava in edicola! Subito dopo, ovviamente, arrivava la copia di abbonamento, così di vari numeri di quand’ero bambino ne ho tuttora due!».
L’esordio come sceneggiatore sulle pagine del suo settimanale preferito risale al 16 ottobre 1983, mentre frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. "Zio Paperone e l’operazione foglia" appare su TOPOLINO n. 1455 e vede alle matite nientemeno che Giorgio Cavazzano. Da quel lontano giorno sono passati parecchi anni, durante i quali Michelini ha scritto oltre trecento storie disneyane, affidate, tra gli altri, a disegnatori del calibro di Massimo De Vita, Romano Scarpa, Giovan Battista Carpi, Corrado Mastantuono, Giuseppe Dalla Santa e Fabio Celoni.
Aspetto peculiare della scrittura di Michelini sono i continui giochi di parole per mezzo dei quali dà vita a situazioni umoristiche e poetiche al tempo stesso. Nella storia "Paperino e il convegno degli assi", disegnata da Silvia Ziche, Paperino deve recarsi in auto a Ocopoli, ma rimane bloccato in un ingorgo causato da due fazioni opposte di manifestanti: i sostenitori del P.A.P.P.A. (Partito Autonomo Pro Proliferazione Auto) e i simpatizzanti del C.I.C.C.I.A. (Comitato Inviperito Contro Crescita Indiscriminata Auto).
Le storie di Michelini uniscono sempre il divertimento a temi di attualità – come l’ecologia, molto cara all’autore – e vedono quali protagonisti non soltanto Paperi e Topi, ma anche personaggi di sua invenzione, come il CONIGLIO PACUVIO e la COMETA TETA, o addirittura tratti da tutta la produzione Disney, come per esempio la Balena Canterina, protagonista del cortometraggio "La balena che voleva cantare all'Opera" del 1946. Questo tratto di originalità, aggiunto alla grande professionalità, ha fatto sì che gli fosse tributato uno dei premi più ambiti da ogni autore di fumetti: l’affetto dei lettori.
Articolo di Gabriele Ferrero tratto dalla collana TOPOLINO STORY (RCS, 2015).
Creazione scheda: Dea Brusorio, 06/10/2015
Ultima modifica: GC, 12/10/2015