GUIDA AL FUMETTO   PERSONE   Solini Cesare

Cesare Solini - Phil Anderson, Phill Andersen Italia

sceneggiatore

Nel 1938 per la Casa Editrice Nicolli (poi Edizioni Economiche Italiane) Cesare Solini firma i nn. 115 e 116 de I ROMANZI DEL CIGNO con due episodi a fumetti de L'ARCIERE NERO (disegni Nadir Quinto).
Nel 1938-1939 per le Edizioni Juventus, Solini scrive almeno sei episodi de I RACCONTI DEL MARE (due serie di albi per un totale di 23 numeri stampati dalla tipografia Tomasina): "Franco di Portovenere", "Il tesoro del galeone", "I naufraghi di Providencia", "Il liberatore", "La banda del colombiano", "I corsari delle antille", disegnati da Carlo Cossio, ristampati in albi dalla rivista FUMETTO nel 1987 e da Club Nostalgia nel 2000.

Nei primi anni Quaranta, Cesare Solini realizza una vasta produzione per LE PIÙ BELLE FIABE (parte seconda, 1940/1943), pubblicate dalle Edizioni Alpe di Giuseppe Caregaro. Per l'Alpe scrive molte storie di VOLPE disegnate da Giovanni Scolari (G. Da Brescia), oltre a LE AQUILE DI ROMA (disegni di Libico Maraja, Mai, Bernardo Leporini e Franco Caprioli), AVVENTURE DI VOLPINO (disegni di Giuseppe Cappadonia), LO SPALTO DEGLI EROI, LE VIE DELL'IMPERO (disegni di Sergio Solovjev) e SAETTA.
Nello stesso periodo, per la collana contenitore GLI ALBI DELLA FANTASIA ("Serie Cucciolo", 64 numeri, da gennaio 1942 al dicembre 1943) - che alterna a storie di CUCCIOLO e CORIOLANO, fiabe classiche e romanzi epici - Solini scrive "Alì baba e i quaranta ladroni" (n. 28, disegni Mario Zampini), I PALADINI (n. 39, "La rocca degli infedeli", disegni Zampini), AQUILE DI ROMA (n. 57, "Gli sperduti del deserto", disegni Leporini e Caprioli), LE VIE DELL'IMPERO (n. 58, "Trionfo d'armi", disegni Solovjev) e "Il Mercante di Bagdad" (n. 62, disegni Ferdinando Corbella che si firma Roberto Peroni) e almeno una del personaggio GUERIN DETTO IL MESCHINO (n. 9, "Il cavaliere ignoto", disegni Zampini).
Nel 1945/1946 per le Edizioni U.P. del pubblicitario Gino Pesavento, Solini sceneggia TESTA DI MARMO (per la prima serie i disegni sono di Cossio, per la seconda di Francesco Pescador), una saga che ha come protagonista un giovanottone dalla buffa capigliatura che ha la testa dura come quella di un ariete ed è accompagnato dal suo inseparabile amico Sambuco.
Il 1945 e il 1946 per l'editrice Stellissima, Solini realizza due albi western, "Il cacciatore della valle perduta" e "I fuorilegge dell'Utah".

Nel 1946, nella COLLANA AVVENTURE E MISTERO delle Edizioni Juventus, Cesare Solini, con lo pseudonimo Phil Anderson dà vita all'eroe mascherato Amok, reso graficamente da Antonio Canale (Tony Chan). Il personaggio – un giovane giavanese divenuto giustiziere a causa del rapimento dell'amata fidanzata Nichita – si alterna sulla collana alla serie GIM TORO e CHARLIE CHAN.
Ma, tra il 1946 e il 1948 l'opera di Solini è estremamente vasta e prolifica: nel 1946 l'autore scrive le prime quattro avventure di FULMINE MASCHERATO e tra il 1946 e il 1947, per la Casa Editrice Juventus, realizza i nn. 11, 12 e 14/20 di ZORRO (disegni Guido Zamperoni e Giuseppe Perego).
Ancora, negli anni che vanno dal 1946 al 1948 collabora con (Andrea Lavezzolo) agli albi ZAMBO delle Edizioni Vulcania, dedicati al gigante della Martinica (disegni Carlo Cossio e Guido Zamperoni).
Nel 1947 per la Nuova Imperia realizza tre albi verticali di grande formato che presentano le avventure del poliziotto federale italo-americano TEX MORO (disegni L. Cooper) e nel 1948, sul settimanale IL NUOVO di Alberto Traini (Casa Editrice Nuova Aurora) scrive le avventure del pilota RAMON JACK (serie I, quindici numeri, disegni Mario Leone e Paolo Piffarerio) e CHICO (serie II, 1950, dieci numeri, disegni Piffarerio). Sempre nel 1947-1948, Solini scrive i testi per CICLONE, creato e disegnato da Carlo Cossio, continuandolo poi per la nuova serie di ALBOGIORNALE con i disegni di Giuseppe Cappadonia.

Mentre nel 1950, in appendice ai quattro numeri di SUPERALBO MENSILE (SITTING BULL) delle Edizioni Ippocampo viene pubblicato a puntate "Il drago rosso", episodio conclusivo delle avventure di AMOK firmate da Solini & Canale, nel 1951-1952, nella serie III di BELLE AVVENTURE della Editoriale Subalpino/Edizioni Alpe, Solini firma con Leone Cimpellin 33 albi a striscia con le avventure di AMBROGINO VILLA (e dei "pard" Ruggero Casalbore e Pivaret) per la serie IL TAMBURINO DEL RE.
Nel 1952, il disegnatore Nicola Del Principe esordisce proprio con una serie in striscia edita dalla Alpe scritta da Solini, IL DOMINATORE DEL WEST (serie V di BELLE AVVENTURE, 9 numeri).
Nel 1953 Solini scrive "Guglielmo Tell" (disegni Antonio De Vita (Devi) per la II serie di RODEO (Edizioni Alpe) e nel 1954 scrive i testi di FRICANDÒ (disegni Antonio Terenghi) pubblicati sui quattro piccoli numeri orizzontali di PONY (Edizioni Diamante, 1954). Sempre negli anni Cinquanta, lo sceneggiatore collabora a SELEZIONE DELLO SCOLARO pubblicato nel 1956 dai Fratelli Fabbri Editori.

Nei primi anni Sessanta, Solini lavora ancora con Carlo Cossio creando dapprima YOR, "l'ultimo incas" (1961) e qualche anno dopo THOR (1967), apparso nel 1968 in appendice ai numeri 18/26 de IL COMANDANTE MARK. Dal 1963 al 1966, Solini è direttore di LE GRANDI AVVENTURE DI ZEMBLA (Casa Editrice Astra) che ristampa le storie del tarzanide creato da Marcel Navarro, (testi Solini, Attilio Mazzanti, Maurizio Torelli, disegni Augusto Pedrazza, Pietro Gamba, Franco e Fausto Oneta). Nel 1968 dirige due riviste fotografiche mensili, "Playcinema" (Edizioni Cervinia, quattro numeri) e "Slip" (Edizioni Tab). Nel novembre 1975 per la Edifumetto scrive il n. 1 di ROMANZI DELL'ORRORE, dal titolo Il bacio del vampiro, firmandolo Phill Andersen (pseudonimo quasi uguale a quello che usò nel 1946 per AMOK).


Fonti Bibliografiche
Bono Gianni, Guida al Fumetto Italiano, Epierre 2002/2003, Milano.
Creazione scheda: zak, 11/09/2015
Ultima modifica: zak, 16/09/2015